LEGGETE SOSTENETE DIVULGATE L’UMANITE’ DEL COFFE’ HOUSE

TESTATA GIORNALISTICA IDEATA EDITATA E DIRETTA DA DANIELE RUTA Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori. Cantava cosi’ Fabrizio De Andre’. L’Umanite’ del Coffe’ hause comincia il suo percorso di lavoro,fatica,passione e speranza. E’ una rosa purissima che nasce e rinasce e trasforma il letame in un grande giardino aperto al mondo che respira e all’umanita’ che avanza. Un giorno sara’ un grande giornale. Basta solo pensarlo e crederci. Avverra! E se la vita non ci dara’ il tempo, se il mondo,nonostante il tempo passato,troppo tempo, non sara’ ancora preparato, allora avverra’ comunque, in un altro tempo, in un’altra storia. Il fiore e’ sbocciato tante volte e non si rassegna,se muore rinasce. Perche’ in fondo e’ un’idea semplice, tanto semplice da essere troppo importante. Riportare il giornalismo al principio della sua essenza, alle ragioni e ai principi della sua nascita. Raccontare tutto quello che si vede e scavare a fondo perche’ si dia luce a tutto quello che si nasconde. Ecco, cara Umanita’, questo e’ il vento, la sua potenza che diventa indissolubile con la fusione della potenza dell’acqua,dell’aria,del fuoco. La potenza genera energia,l’energia conduce alla felicita’ degli uomini e delle donne. E puo’ questa potenza essere dominata da un qualsiasi imbecille e pertanto impotente che mette “I SOLDI” per fare il suo giocattolo, per gustare il suo bigne’ alla crema e fare soldi,soldi, cosi’ che possa continuare a giocare con il suo trenino e con tutti gli amichetti di merenda determinare alleanze, organizzare correnti e giocare,giocare,giocare. L’Umanite’ del Coffe’ House si oppone a questa tristezza che non e’ difficile da capire. Basta guardare i mulini a vento, i mulini ad acqua, i vulcani o le terre generose. Acqua,fuoco,aria e vento. Energia e potenza,potenza generata, energia. E’ dentro questo tutto che si sviluppa il pensiero umano. Con il denaro gli uomini costruiscono le dighe, i mulini per trasformare la potenza in energia. E’ questo il ruolo dell’editore. Costruttore con pietre e sassi e canalizzatore di energia. L’energia del pensiero umano. Ora potra’ mai il guardiano del mulino decidere il colore dell’acqua?, o intrappolare i venti? E’ giusto continuare a credere che l’energia del pensiero umano va’ controllata e sottoposta agli interessi di parte? A cosa serve questo tipo di giornalismo? A dare posti di lavoro? A sperperare carta e a contribuire alla deforestazione? In questo giornale non c’e’ solo il senso intimo della totale ricerca della verita’. C’e’,ed piu’ forte questo sentire, il valore del pensiero vero che contrasta il pensiero unico e si oppone ai fanatismi,ai conformismi, a tutti gli “ismi”. Io lo vedo come un giornale prezioso, con tanti colori,lo vedo felice,quando e se diverra’ con la carta, un uomo e una donna lasceranno cadere la loro moneta, terranno in mano il giornale come fosse un balocco, sentiranno il profumo della carta pensando che questa carta va’ conservata e nello stesso istante l’azione della moneta sara’ vista come la scelta giusta anche se si poteva comprare un po’ di pane o regalare caramelle.Per adesso questa speranza viaggia nel ciberspazio,lancianta dentro una grande discussione. Daniele Ruta

(Visited 150 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *