LE INCHIESTE SOCIALI DI DANIELE RUTA

IN VIAGGIO TRA LE PIETRE E I SASSI PER CERCARE DI RACCONTARE IL MONDO

Viaggiare e capire. Con la sensazione che qualcosa di grandioso ti accompagna. Essere da solo
e poter toccare l’umanita’ della vera verita’ dei fatti e delle parole. Sono lontano dagli
strinminziti servizi dei gazzettieri dei giornali. Lontano sono dalle imbecillita’ televisive.
Sono lontano da tutto cio’ che appare identico e perfetto, racchiuso in una normalita’
convincente. Ma questo viaggio no, c’e’ un no, in tutti i miei viaggi. Le pietre e i sassi
parlano al cuore, gridano, tra i deserti delle menzogne, le verita’ delle persone. E anche
le loro colpe. Ma e’ tutto vero in questo viaggio che non finira’ mai. Anche altri un giorno
potranno prendere il mio posto e anche cosi’ si capira’ che le tecnologie e la rapida e sempre
piu’ veloce rivoluzione tecnologica sara’ inutile se non ci saranno uomini disposti a viaggiare,
a domandare,da soli, con una penna in mano e un computer dentro la testa. Senza l’anima,
tutto il resto e’ superfulo. Rischia anzi, tutto il resto, di moltiplicare le informazioni a
beneficio della menzogna con l’aggravante di fare apparire le conquiste della blogosfera
come la vera e finalmente determinata liberta’ del mondo. La chiesa ebbe un sussulto quando
fu’ inventata la stampa. La bibbia ora poteva essere stampata a basso costo e tradotta in altre
lingue. I prelati rischiavano di perdere il potere della conoscenza. L’obbligo di leggere i testi
sacri in latino, di fare messa in latino, non era piu’ sufficiente a contenere il rischio. In questa
seconda e piu’ grande rivoluzione del ciberspazio, la piu’  grande della storia umana, saranno
ancora una volta gli uomini a decidere il percorso e il processo, non il mezzo. Al ferro che
batte l’inchiostro sulla carta, oggi all’azione di una mano che batte il pensiero per il mondo,
a tutto questo certo si contrappone la scelta degli uomini. I primi della prima rivoluzione
sapevano di avere un mezzo che avrebbero potuto rendere vincente con l’anima,con la penna,
con il cuore. Occorre non dimenticarlo.

CONTINUA CON LE INCHIESTE SOCIALI

(Visited 91 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *